Conservation Funds: VENEZIA

Risorse da salvaguardare a Venezia


Gli interventi che verranno effettuati a Venezia, sia edilizi che urbanistici non avranno più la necessità di passare il vaglio della Commissione di Salvaguardia che fu istituita nel lontano 1973. Una decisione amministrativa più che politica per sveltire le pratiche. Tra i primi effetti di questa situazione è certamente da segnalare quello dei lavori in Piazzale Roma che avranno inizio il 10 Maggio, al contrario la Commissione di Salvaguardia non era mai riuscita ad arrivare ad una decisione e aveva sempre rinviato l'intervento che però ora è necessario.

Sono molte le aree che sono sotto il regime di protezione nel territorio veneziano: il Fiume Sile sia il Sile Morto che l'ansa a S.Michele Vecchio, il bellissimo Bosco di Lison, le Ex Cave di Villetta di Salzano, il Bosco di Carpenedo, gli Ambiti Fluviali del Lemene e del Reghena, le Cave di Cinto Caomaggiore, le Cave di Gaggio e di Noale, le Ex Cave di Martellago, il Bosco Zacchi e di Nordio, le Valli della Laguna superiore di Venezia, la Valle Perini e la foce del Fiume Dese, la Laguna, le Valli Barene della Laguna medio-inferiore di Venezia, la Foce del Tagliamento, la Valle Vecchia e le Valli di Bibione e di Zignago, la Palude le Marice e ovviamente il Delta del Po sono i luoghi naturali più importanti di questa zona che devono essere monitorati e salvaguardati. Sono inoltre molte le opere di conservazione inerenti ad edifici come per esempio il primo progetto strategico, con nome "Le Ville di Andrea Palladio", per ottimizzare oltre che salvaguardare il patrimonio architettonico in questo caso anche "un patrimonio mondiale dell'umanità" secondo l'UNESCO.

Introduzione a Noventa di Piave

Il comune di Noventa di Piave, che conta circa 7.000 abitanti e si trova in Veneto nella provincia di Venezia, fauna storia che affonda in un passato remoto. Come testimoniato dai reperti archeologici che sono stati ritrovati in questa zona e che sono emersi da una serie di scavi che sono stati fatti nel corso degli anni ’70, si sa che la zona di Noventa fu abitata sin dal I secolo a.C.
La Noventa del Piave attuale sorge dalle ceneri di una sanguinosa battaglia che qui si tenne durante la Prima Guerra Mondiale, che durò quasi 12 mesi e che portò alla distruzione completa del paese e dei suoi monumenti, tanto che l’autorità governativa dell’epoca ne sconsigliò la ricostruzione. Nonostante questo, gli abitanti vollero fortemente indietro la loro città e la ricostruzione iniziò nel 1919.
Tra le architetture religiose da ammirare possiamo vedere la Chiesa di San Mauro Martire e l’Oratorio della Beata Vergine del Rosario, mentre tra le architetture di tipo civile vediamo la Villa Ca’ Zorzi e la Villa Lucatello. Oggi Noventa di Piave è famosa anche per il suo outlet, un vero e proprio centro dello shopping nei pressi di Venezia, la città romantica per eccellenza. Situata a poca distanza dal fiume Piave e vicino alla laguna, questo outlet è l’unico del Veneto e per questo motivo attira visitatori non solo da Noventa di Piave ma anche da fuori.
I turisti possono trovare alloggio negli hotel vicino all' outlet Noventa di Piave. Oltre 100 negozi, monomarca e multimarca, sono la vera attrattiva di questo outlet, per il quale Noventa di Piave ne è la cornice perfetta.


*Obbligatorio

Europe Conservation Funds: Scrivici la tua opinione

Sei un...

2011 EuropeConservation.org