Conservation Funds: Marche

Risorse e opere da salvare nelle Marche


Ancona, splendida città delle Marche, offre spunti interessantissimi per gli amanti della storia e dell'arte. Se avete deciso di visitarla, non potete non fare una visita alMuseo Archeologico Nazionale delle Marche. Qui potrete ammirare le più grandi opere di artisti del calibro di Piero della Francesca, Raffaello e Bramante, oltre a una vasta collezione di vasellame e reperti dell'arte greco-romana. Altro museo affascinante sull'artigianato locale è quello della Filarmonica di Castelfidardo.

Una tappa degna di nota è la visita a Loreto, dove si trova il Santuario della Santa Casa, costruito nel 1291 e meta degli antichi pellegrini, conosciuto in tutto il mondo per il fatto di essere situato nel luogo della risurrezione di Gesù. In esso sono conservati dipinti rinascimentali di Pomarancio, Signorelli, Sansovino (resterete estasiati guardando la sua splendida Annunciazione) e Zuccari. Il santuario è finemente decorato e abbellito da magistrali affreschi raffiguranti principalmente la vita di Maria. AFabriano, centro rinomato per la fabbricazione della carta, fate un salto al Museo della Carta e della Filigrana, dove verrete a conoscenza degli antichi segreti della sua produzione e dell'arte di incidere la filigrana delle banconote.

Per quanto riguarda il soggiorno nelle Marche, un hotel nelle Marche consigliato è l'Hotel Sylvia, che si trova sull'incantevole lungomare di grottamare delle Plame. Altrettanto consigliato per il panorama, questa volta sullo splendido golfo e sulla città che è in grado di offrire è il NH Ancona e l'hotel per famiglie di senigallia Tritone. Situato a solo un chilometro dalla ferrovia e a 500 metri dal porto, mette a disposizione camere sia singole che matrimoniali a prezzi davvero convenienti, oltre a essere dotato dei principali servizi e di una ottima cucina locale. Se volete una soluzione davvero economica, scegliete Le Fontanelle, che dà la possibilità di affittare delle camere dove dormire la notte e fare la prima colazione in una splendida terrazza affacciata sul mare. Le Fontanelle dista una quindicina di minuti dal centro della città.

Per degustare le ottime specialità locali marchigiane, potete andare al Vicanto, ristorante di Jesi che ha la peculiarità di accettare prenotazioni anche dopo la mezzanotte. Il servizio è ottimo e veloce, l'atmosfera familiare e i prezzi convenienti. Altri ristoranti validi sono il Martinelli ad Apecchio, straordinario se amate la carne, l'economica e giovane Piadineria Artigianale Magritte Loreto (in cui non spenderete più di 5 euro), lo storico Borgo Ristorante ad Arcevia, un'oasi di eccezionale di pace ricavata in un meraviglioso castello rinascimentale e La Frontiera a Castel di Lama, piccola perla per la degustazione del pesce. Da Maria a Gengaè invece una trattoria di cucina tradizionale italiana, molto apprezzato per il clima gioviale.

Senigallia

Senigallia, una delle città più particolari della regione Marche, un posto dove è possibile trovare qualcosa di bello indipendentemente da quello che si ama.

Per gli amanti dell'architettura, la storia della città è sicuramente affascinante. Fondata nel 4 ° secolo aC dalla tribù gallica dei 'Senones', divenne la prima colonia romana sulla costa adriatica. Ancora oggi è possibile assaporare un po’ di storia romana nell'architettura del centro storico.

Tra le più belle cose da vedere troviamo il Foro Annonario, situato nella zona vecchia della città, dove la mattina il mercato alimentare è ancora come una volta. Nei pressi c’è anche la Rocca Roveresca, dove ogni ambiente emana un fascino del tutto particolare, dai sotterranei fino alla cinta sui torrioni.

Per chi arriva in estate e vuole poter girare in maniera autonoma la città, davvero sicura, la maggior parte degli hotel in Senigallia offrono una bicicletta. Rimanendo in ambiente estivo, da giugno ad agosto il centro della vita di giorno e di notte della città marchigiana sono i “bagni”, dal 77 al M48, dal 79 al 99 e al 119, veri e propri centri del divertimento per giovani e meno giovani.

Per chi cerca cose da fare, la città è sempre viva. Dalle festività religiose fino a carnevale, tantissime luci di Natale e addobbi che rendono questa città unica nel suo genere, mentre per gli amanti della musica c’è il famoso “Summer Jamboree”, festival internazionale dedicato alle sette note e alla cultura degli Stati Uniti degli anni '40 e '50.

Per gli amanti del cibo, non deve stupire che la città presenti alcuni dei migliori ristoranti di pesce della regione. Grazie alla posizione sul mare, questo alimento qui è sempre fresco. Cucinato con la maestria dei cuochi del luogo, è una delle cose da non perdere. Tra i migliori ristoranti in zona troviamo la Madonnina del Pescatore e il Ristorante Pagaia.

San Benedetto del Tronto

 

Città molto bella ed affascinante nella regione Marche è San Benedetto del Tronto, provincia di Ascoli Piceno. Località di circa 50.000 abitanti, è la seconda città più popolosa della provincia, che in estate si riempie di turisti provenienti da ogni parte d’Italia.

La città è stata chiamata così in onore dell’omonimo Santo, Benedetto, nato a Cupra durante il regno romano dell’imperatore Diocleziano. Da sempre San Benedetto è stato riverito dai locali, che nel corso dei secoli hanno eretto in suo onore chiese e monumenti. Il primo documento arrivato ai giorni nostri che parla di questa città è datato 998 d.C. e riguarda l’investitura dei santi Vincenzo e Anastasio nel territorio di Acquaviva Piceno per conto del vescovo di Fermo.

Per i turisti che vogliono vedere una delle più belle città marchigiane, da non perdere sono il Torrione (il cui nome “ufficiale” è Torre dei Gualtieri), una torre di 15 metri che si trova nella parte antica della città (quell’area nota come San Benedetto Alta) e dalla cui postazione si può ammirare tutta la città, la Torre Guelfa e la Caserma Guelfa, un bell’edificio a pianta quadrangolare risalente al XVI secolo.

Tra le architetture religiose troviamo la Chiesa di San Benedetto Martire, il cui primo insediamento è del XI secolo, e la Cattedrale di Santa Maria della Marina.

Per chi arriva a San Benedetto in estate, la principale attrazione diventa la Riviera delle Palme, la spiaggia cittadina che ogni anno dal 1998 è stata insignita della Bandiera Blu d’Europa per la pulizia delle sue acque.

Tra le strutture ricettive è possibile scegliere tra degli appartamenti fuori o un hotel a San Benedetto del Tronto, i primi ideali per chi vuole spendere il meno possibile, i secondi per chi desidera comodità e comfort da ogni momento della propria vacanza.

Una delle città più belle delle Marche, dove c’è sempre qualche cosa da fare e da vedere in ogni periodo dell’anno, San Benedetto del Tronto è una vera e propria meraviglia.


*Obbligatorio

Europe Conservation Funds: Scrivici la tua opinione

Sei un...

2011 EuropeConservation.org